Carrelli abbandonati, esaminiamo alcune statistiche 🛒

statistiche carrelli abbandonati

Abbiamo esaminato nell’articolo precedente definizione e cause del carrello abbandonato. Oggi continuiamo la nostra analisi esaminando alcune statistiche dei carrelli abbandonati tratte da vari studi.

Iniziamo con lo studio quantitativo di baymard.com sui motivi dell’abbandono ha rilevato che il 58,6% degli acquirenti online statunitensi ha abbandonato un carrello negli ultimi 3 mesi perché “stavo solo navigando / non pronto per l’acquisto”. La maggior parte degli abbandoni avviene addirittura prima di avviare il flusso di pagamento.

Possiamo inoltre notare:

  1. Secondo le 44 fonti statistiche di Baymard.com, il tasso medio di abbandono del carrello a dicembre 2020 è 69,57%,
  2. Sempre secondo lo stesso studio, un flusso di checkout ideale deve essere breve con 12-14 elementi del modulo (7-8 se si contano solo i campi del modulo). Tuttavia, il flusso di checkout medio, contiene 23,48 elementi del modulo visualizzati agli utenti per impostazione predefinite. (14.88 se si contano solo i campi del modulo.),
  3. Secondo la ricerca di Barilliance.com, nel 2020 a livello globale i carrelli abbandonati erano il 73,87%,
  4. Nel 49% dei casi, l’abbandono del carrello durante il processo di acquisto è dovuto da spese di spedizione e/o tasse troppo elevate. Ricerca Baymard
  5. Il processo di pagamento troppo complicato causa l’abbandono del 18% degli acquirenti. Ricerca Baymard,
  6. Il 27% degli online shoppers hanno abbandonato un ordine a causa “della complessità o della lungaggine del processo di checkout”. Baymard Institute
  7. L’ 8.6% degli online shoppers hanno abbandonato il carrello negli ultimi 3 mesi in quanto non sono pronti o non convinti all’acquisto.  Baymard Institute
  8. Secondo la ricerca di OptinMonster il tasso di abbandono dei carrelli è molto più elevato sui dispositivi mobile.
  9. Il 99% delle persone che visitano un ecommerce non vogliono comprare alla prima visita. Di coloro che aggiungono un prodotto al carrello, il 25% non tornerà mai più, mentre il 75% di loro lasceranno il sito con l’intenzione di tornarci. EY Studios
  10. Approssimativamente 4.000 miliardi di euro di prodotti sono stati abbandonati quest’anno (2017) nei carrelli degli ecommerce, e circa il 63% di questi sono potenzialmente recuperabili.  BI Intelligence
  11. Se uno store che fattura on line €15,000/mese riuscisse a recuperare solo il 25% dei suoi carrelli abbandonati vedrebbe crescere i propri profitti di circa €45.000 ogni anno.  Shopify

Dalle statistiche sopra riportate, risulta quindi evidente quanto fatturato si possa “perdere” dai carrelli abbandonati. Dovrete fare molta attenzione sia allo sviluppo del processo di checkout, sia a delle strategie di recupero di tali utenti.

Condividi su:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Altre ricerche

Iscriviti alla nostra Newsletter
Se le nostre ricerche t’interessano, ti consigliamo d’iscriverti alla nostra Newsletter. Condividiamo ogni nuova ricerca via email nel momento in cui viene pubblicata sul sito web. Il servizio è completamente gratuito.
Compila i seguenti campi