Il comportamento dei consumatori digitali

Oggi condividiamo con te qualche interessante statistica di comportamento dei consumatori digitali.

  • Quasi il 90% delle decisioni di acquisto viene prese inconsciamente. (ISPO)
  • L’80% degli e-shopper sono stimolati all’acquisto da esperienze personalizzate e l’88% delle aziende crede che i propri clienti cerchino un’esperienza personalizzata (Casaleggio Associati)
  • Il 60% dell’abbandono dei carrelli è dovuto a costi aggiuntivi, come tasse, spese di spedizione e commissioni (Baymard)
  • Il 72% degli acquirenti Millennials non è interessato al retargeting (NEILPATEL)
  • Secondo i sondaggi di PwC, ricevere un prodotto il più rapidamente possibile è il servizio più importante per i consumatori online. Per i consumatori cinesi poi, è addirittura più importante della sede fisica del negozio. In Cina, i clienti si aspettano che tutto venga consegnato in 30 minuti! (PwC)
  • Il 35% degli intervistati preferisce prodotti sostenibili per aiutare a proteggere l’ambiente ex Global Consumer Insights del 2019 di PwC,
  • Oltre un consumatore su tre acquista settimanalmente o più frequentemente prodotti online. Il dato è in crescita del 5% rispetto all’anno precedente (PwC)
  • Tra la ricerca di prodotti su Google e l’acquisto, passano in media 20 giorni (26 su Amazon)  (Jumpshot)
  • Inoltre, entro 5 giorni il 35% delle ricerche di prodotti su Google si trasformano in transazioni (Jumpshot)
  • Nelle festività del 2019, la spesa in e-commerce è aumentata negli Stati Uniti del 13,2% rispetto all’anno precedente, oltre il triplo del tasso di crescita della spesa al dettaglio totale (eMarketer). Gli eventi di shopping online che contribuiscono maggiormente agli acquisti, correlati a grandi sconti sono: Singles ‘Day in China, Amazon Prime Day, Black Friday e Cyber ​​Monday.

Condividi su:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere i nostri articoli e le nostre ricerche via email con una settimana di anticipo rispetto a tutti gli altri